Le frazioni

Bezzuglio

L’aspetto più caratteristico di questa piccola frazione posta al confine con Gardone Riviera è la presenza di numerose limonaie, in parte ancora intatte, in parte utilizzate come abitazioni. Il nome Bezzuglio sembra derivare da buza, “buca, luogo infossato” forse in riferimento alla sottostante gola nella Valle del Bornico.

Maclino

La chiesa di Maclino è dedicata ai Santi Faustino e Giovita. Il nome di Maclino sembra derivare dall’illustre console romano Marco Nonio Macrino, che possedeva, nel II secolo d. C., una sontuosa villa a Toscolano.

Vigole e Sanico

Frazioni di Montemaderno. Vigole deriva il suo nome da vicolus, diminutivo del latino vicus, “villaggio”. Sanico, posto più a monte, sembra derivare invece dal latino Sennicus, “podere di Sennio”.

Messaga

Messaga deriva il suo nome da un personale latino, forse da Messava, o da Mettiagus. Qui abitava la nobile famiglia dei Conti Fioravanti Zuanelli, proprietari terrieri e possessori di cartiere e setifici, che nel XVII costruì la chiesetta di Sant’Antonio.

Roina

L’antica chiesa di San Giorgio sorge su un’altura tra il lago e la spianata delle Brede, un’antica palude bonificata dai frati domenicani nel Medioevo.

Pulciano

Pulciano è una piccola frazione vicino a Gaino, il cui nome sembra derivare dal latino Publicianus, “podere di Publicius”, dove visse la famiglia Sgraffignoli, proprietaria agli inizi del Seicento di numerose cartiere. Decimata dalla peste agli inizi del 1630, la famiglia si trasferì a Toscolano presso l’attuale palazzo Bernini.

Gaino

Gaino è la frazione principale di Toscolano. Conserva ancora il tessuto storico dell’antico borgo. Nel centro del paese troviamo la piccola chiesa di San Sebastiano e sul colle panoramico di San Michele la chiesa parrocchiale dedicata a S. Michele Arcangelo.

Folino e Cabiana

Folino è un piccolo nucleo abitato nei pressi di Gaino. Il nome deriva da fullone(m), attraverso il medievale fullum/follo “follone” ed indica il luogo dove si praticavano attività che utilizzavano l’acqua corrente. Cabiana è un piccolo borgo noto nell’antichità per la bontà del suo vino.

Cecina

Il borgo di Cecina, come quello di Messaga, è uno dei più caratteristici e meglio conservati di tutto il territorio. Caratterizzati da stretti vicoli, antichi archi, belle case in pietra e intonaci affrescati. Vicino alla piazza abitavano Paganino Paganini e il figlio Alessandro, illustri stampatori provenienti da Venezia; fu qui che Paganino morì nel 1538. Sopra un piccolo cocuzzolo si erge la chiesa parrocchiale di origini medievali dedicata a San Nicola.

Mornaga

A monte del Golf Bogliaco, in posizione dominante si trova il piccolo borgo di Mornaga, costituito da un antico palazzo signorile e da alcune case in pietra.

Cervano

Sulla collina a monte di Cecina, ai piedi del Monte Castello, si trova la località Cervano, con campi coltivati e abitazioni rurali, che ospita una bella corte quadrangolare con palazzo signorile ottocentesco. Una piacevole passeggiata conduce al Santuario della Madonna di Supina del XV secolo.