Il museo della carta

Il Polo Cartario di Maina Inferiore è un affascinante complesso produttivo trasformato in sede espositiva e museale. Al suo interno si ripercorrono le tappe della storia della produzione cartaria dalle origini al Novecento, attraverso un suggestivo percorso di visita che dal nucleo cinquecentesco della fabbrica, nel quale sono riprodotti macchinari e attrezzature caratteristici della produzione della carta dal XV al XVIII secolo, si snoda nelle ampie sale superiori, dedicate all’evoluzione della produzione nelle prime fasi della Rivoluzione Industriale.

In esposizione anche reperti provenienti dagli scavi archeologici condotti nella Valle delle Cartiere, alcune filigrane prodotte tra XVI e XVIII secolo e una collezione di libri stampati dai Paganini, illustri stampatori con bottega a Toscolano e Venezia nella prima metà del Cinquecento.
La visita termina con una sala dedicata a cartoline d’epoca donate da Andrea Derossi.

LA CARTIERA DI TOSCOLANO
La Cartiera di Toscolano nacque per volere delle ditte Andrea Mafizzoli e la F.lli Mafizzoli che, già possessori di stabilimenti nella valle delle Cartiere, volevano costruire una nuova cartiera a lago per la fabbricazione della carta non più con gli stracci ma con la pasta di legno. I lavori iniziarono nel 1906 e la cartiera fu inaugurata nel 1910.